Riabilitazione del pavimento pelvico secchezza vaginale

by

Oggi ci occuperemo dell’argomento riabilitazione del pavimento pelvico secchezza vaginale. Verificheremo perché si verifica la secchezza vaginale e come la riabilitazione del pavimento pelvico può essere efficace per migliorare questa condizione, in molte donne!

Riabilitazione del pavimento pelvico secchezza vaginale

Circa il 17% delle donne di età compresa tra 18 e 50 anni sperimenta secchezza vaginale durante il sesso, causando dolore e lacerazioni che mettono le donne a rischio di infezione. Le donne sperimentano spesso secchezza vaginale a causa della mancanza di eccitazione o stress emotivo. Secondo un altro studio, circa il 56% delle donne soffre di secchezza vaginale dopo la menopausa. Cosa si intende per secchezza vaginale? La caduta dei livelli di estrogeni è la principale causa di secchezza vaginale.

Le donne iniziano a produrre meno estrogeni con l’avanzare dell’età, questo processo porta alla fine delle mestruazioni durante un periodo chiamato premenopausa. Tuttavia, la menopausa non è l’unica condizione che provoca una diminuzione della produzione di estrogeni.

Cause più comuni che comportano la riduzione degli estrogeni:

  • Allattamento al seno.
  • Fumare sigarette.
  • Depressione.
  • Stress eccessivo.
  • Disturbi del sistema immunitario, come la sindrome di Sjögren.
  • Parto.
  • Esercizio rigoroso.
  • Alcuni trattamenti contro il cancro, radiazioni al bacino, terapia ormonale o chemioterapia.
  • Rimozione chirurgica delle ovaie.

Anche alcuni farmaci possono anche ridurre le secrezioni nel corpo nonché alcune creme e lozioni che vengono applicate sulla zona vaginale.

Bisogna rivolgersi a un medico?

La secchezza vaginale indica raramente una grave condizione medica. Ma è indiscutibile che, se provoca disagio per alcuni giorni o se crea un disagio durante il rapporto sessuale, è importante attivarsi. Il rischio di non farlo e quello di incorrere in ferite o screpolature nei tessuti della vagina. Come regola generale, qualsiasi bruciore, prurito o disagio nella zona merita un approfondimento, chiamando il medico o il ginecologo. Un esame pelvico aiuterà a escludere altre possibili cause del disagio, tra cui un’infezione del tratto genitale o urinario. Possono essere fatti ulteriori accertamenti attraverso un Pap test.

Trattamenti medici

Il trattamento più comune per la secchezza vaginale, a causa di bassi livelli di estrogeni, è la terapia estrogenica topica. L’estrogeno topico sostituisce parte dell’ormone che il corpo non produce più, questo aiuta ad alleviare i sintomi vaginali, ma non immette tanto estrogeno nel sangue quanto la terapia ormonale orale con estrogeni.

Quando non sussiste una condizione patologica ma persiste il disagio?

Una buona prevenzione è sempre la cosa più indicata, ed è utile anche sapere cosa può peggiorare la secchezza vaginale. Sebbene possa essere allettante, evitare di usare lavaggi vaginali, bagnoschiuma o oli da bagno è essenziale. Lo stesso vale per le lozioni per le mani sulla vulva o all’interno della vagina. Sono sconsigliati anche i saponi antibatterici o profumati. E bisogna evitare di usare del tutto prodotti profumati, inclusi detergenti e carta igienica profumata. Tutti questi prodotti possono effettivamente irritare ulteriormente la vagina e peggiorare i sintomi.

Riabilitazione del pavimento pelvico secchezza vaginale

Riabilitazione del pavimento pelvico secchezza vaginale

Mantenere il pavimento pelvico in perfetta forma può migliorare alcuni sintomi e segni della secchezza vaginale. Sia la vagina che gli organi interni sono supportati dai muscoli del pavimento pelvico che, a loro volta risentono del calo dei livelli di estrogeni, diventando più deboli. Allenando con il pavimento pelvico possiamo aiutare a rafforzare i muscoli e migliorare il flusso sanguigno ai tessuti vaginali. Questo si traduce in un aumento della lubrificazione e dell’umidità della vagina.

Semplice ma non troppo!

È essenziale assicurarsi di fare correttamente gli esercizi di Kegel, per ottenere tutti i benefici. Gli esercizi di Kegel sono un’ottima opzione di trattamento da abbinare nel trattamento della secchezza vaginale. Per capire al meglio come eseguirli è quasi sempre utile farlo con un fisioterapista dato che la loro collocazione e movimentazione non è semplice. Per intenderci un conto è movimentare il bicipite, che vediamo, e un conto è movimentare i muscoli pelvici che non vediamo e spesso neanche sappiamo di avere.

La tecar terapia

La Tecar terapia svolge un ruolo importante nel trattamento della secchezza in quanto stimola la produzione del lubrificante naturale delle donne, richiama sangue e ed elettroliti nutrendo e stimolando le cellule che subiranno un vero e proprio ringiovanimento vulvare.

Con poche sedute già saranno apprezzabili i primi risultati facendo dimenticare l’uso di gel lubrificanti durante i rapporti.

La muscolatura pelvica

Il pavimento pelvico è il gruppo di muscoli che attraversano il fondo del bacino. Questo gruppo muscolare si articola e funziona per sostenere gli organi del bacino e della cavità addominale, consente l’eliminazione dei rifiuti dal corpo e favorisce la sensazione e l’eccitazione sessuale. Il perineo è un insieme di muscoli disposti su piani diversi con funzioni diverse.

  • PERINEO ANTERIORE, ha una funzione prevalentemente sessuale e di protezione dalle sollecitazioni esterne. Esso è formato dai muscoli:
    • Bulbo cavernoso,
    • Bulbo spongioso
    • Costrittore della vagina.
  • MUSCOLO PUBO-RETTALE è il muscolo della continenza che ci permette il controllo degli sfinteri attraverso una contrazione volontaria, spesso coadiuvato agli adduttori e glutei.
  • MUSCOLI TRASVERSI hanno un ruolo nello stimolo defecatorio e nel riflesso di espulsione del feto.
  • PERINEO PROFONDO formato dai muscoli pubo coccigeo, ileococcigeo e ischiococcigeo ha principalmente una funzione di sostegno degli organi interni

Riabilitazione del pavimento pelvico, dove farla?

La riabilitazione pelvica è un tipo speciale di terapia fisica che viene utilizzata per trattare le condizioni della regione pelvica. La figura che si occupa di supportare il paziente, guidandolo alla scoperta di questa muscolatura è il fisioterapista. I fisioterapisti si impegnano a trattare le problematiche legate al dolore pelvico e all’incontinenza in modo da far sentire i pazienti sicuri e a proprio agio. Esperti in una varietà di tecniche che possono offrire sollievo dal dolore o aiutare a gestire una condizione i trattamenti possono offre ai pazienti la possibilità di riprendere il controllo del proprio corpo, quando spesso si sentono come se fosse ciò che è stato perso.

Conclusione

Riabilitazione del pavimento pelvico secchezza vaginale

L’argomento riabilitazione del pavimento pelvico secchezza vaginale è una consuetudine per i fisioterapisti che partecipano al progetto Fisioterapia Donna. Se hai bisogno di un aiuto per la tua salute pelvica, non esitare a contattarci, uno dei nostri fisioterapisti, sarà disponibile per rispondere alle tue domande sull’argomento. Potete contattarci direttamente o inoltrarci una mail con le vostre richieste, faremo il possibile fornirvi le risposte che cercate.

Chiama la Dott.ssa Devecchi 3939054502 per maggiori informazioni

Telefono
Whatsapp
Email