Incontinenza da stress

Incontinenza urinaria da sforzo

by

L’incontinenza urinaria da sforzo (in inglese, Stress Urinary Incontinence, SUI), nota anche come incontinenza urinaria da Stress è una condizione medica molto comune causata dal indebolimento dei muscoli dello sfintere uretrale e dei muscoli del pavimento pelvico, che vengono utilizzati per mantenere chiusa l’uretra. Questo indebolimento porta a perdite di urina quando si tossisce, starnutisce, si ride, ci si esercita e altre in altre attività che aumentano la pressione (sforzo) all’interno dell’addome; da qui il nome incontinenza urinaria da stress o sforzo.

Incontinenza urinaria da sforzo, cosa dobbiamo sapere!

Se tosse, risate, starnuti o altri movimenti che fanno pressione sulla vescica, causano perdite di urina, si può dire di essere affetti da incontinenza da sforzo. I cambiamenti fisici derivanti dalla gravidanza, il parto e la menopausa, spesso causano incontinenza da sforzo. Questo tipo di incontinenza è comune nelle donne e, in molti casi, può essere trattato. Il parto e altri eventi possono danneggiare l’impalcatura che aiuta a sostenere la vescica nelle donne. 

I muscoli del pavimento pelvico, la vagina e i legamenti supportano la vescica. Se queste strutture si indeboliscono, la vescica può spostarsi verso il basso, spingendo leggermente dalla parte inferiore del bacino verso la vagina. Questo impedisce ai muscoli che normalmente costringono la chiusura dell’uretra di stringere più forte che dovrebbero. Di conseguenza, l’urina può fuoriuscire nell’uretra durante i momenti di sforzo fisico. 

Quali sono le cause dell’incontinenza SUI?

Incontinenza urinaria da sforzo

Numerose cose possono contribuire a l’incontinenza da sforzo. Ad esempio, può derivare da muscoli deboli nel pavimento pelvico o da un muscolo debole dello sfintere al collo della vescica. Un problema con il modo in cui il muscolo sfintere si apre e si chiude può anche provocare incontinenza da sforzo. Anche la tosse cronica, il fumo e l’obesità possono portare a SUI.

  • L’incontinenza da sforzo si verifica anche se i muscoli di compressione si indeboliscono.
  • L’incontinenza da sforzo può peggiorare durante la settimana prima del ciclo mestruale. A quel tempo, abbassare i livelli di estrogeni potrebbe portare a una minore pressione muscolare intorno all’uretra, aumentando le possibilità di perdite. 
  • L’incidenza dell’incontinenza da sforzo aumenta dopo la menopausa.

E gli uomini?

Incontinenza maschile

Muscoli del pavimento pelvico maschile

L’incontinenza da stress si verifica allo stesso modo nei maschi, quando i muscoli e altri tessuti che supportano l’uretra (muscoli del pavimento pelvico) e i muscoli che controllano il rilascio di urina (sfintere urinario) si indeboliscono. La vescica si espande mentre si riempie di urina. Normalmente i muscoli, simili a valvole nell’uretra (il tubo corto che trasporta l’urina fuori dal corpo) rimangono chiusi: mentre la vescica si espande, impedendo la fuoriuscita di urina, fino a quando non si raggiunge un bagno.

Quando quei muscoli si indeboliscono, tutto ciò che esercita una forza sui muscoli addominali e pelvici: starnuti, chinarsi, sollevarsi o ridere forte, ad esempio; può esercitare pressione sulla vescica e causare perdite di urina. Inoltre i muscoli del pavimento pelvico e lo sfintere urinario possono perdere forza a causa della Chirurgia prostatica! Negli uomini, la rimozione chirurgica della ghiandola prostatica per il trattamento del carcinoma prostatico (prostatectomia) è il fattore più comune che porta all’incontinenza da stress. Questa procedura può indebolire lo sfintere, che si trova direttamente sotto la ghiandola prostatica e circonda l’uretra.

Opzioni di trattamento dell’incontinenza urinaria da sforzo

Ci sono molti fattori associati alla SUI e ci sono differenti opzioni di trattamento. Sicuramente è importante consultare un medico quando si cercano opzioni per il trattamento adatte alle proprie condizioni. Non fare niente non è un’opzione!  Il trattamento precoce dei sintomi della SUI potrebbe ridurre notevolmente la possibilità che le condizioni peggiorino negli anni a venire.

Le opzioni di trattamento più ampiamente riconosciute per la SUI vanno dai trattamenti conservativi a quelli chirurgici e includono:

incontinenza urinaria da sforzo trattamenti

Trattamenti conservativi

  • È disponibile un’ampia gamma di prodotti e dispositivi per l’incontinenza vescicale. Includono imbottiture, protezioni per letti e sedie, cateteri, prodotti per la cura della pelle e dell’igiene e indumenti speciali. Sono progettati per alleviare i sintomi ma non trattano la causa dell’incontinenza.
  • Esercizi muscolari del pavimento pelvico (PMFE)  sono esercizi progettati per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Questi muscoli aiutano a sostenere la vescica e altri organi e esercitando i muscoli del pavimento pelvico e rendendoli più forti, è possibile ridurre la perdita di urina correlata alla SUI. Le PFME sono esercizi essenziali per tutte le donne e non solo per il trattamento dei sintomi della SUI; dovrebbero far parte delle attività quotidiane quanto lavarsi i denti! Possono essere utili nel ridurre i sintomi di SUI lieve ma devono essere eseguiti correttamente.
  • Biofeedback ed elettrostimolazione possono essere d’aiuto nel recupero muscolare.
  • Negli ultimi anni anche l’uso della tecar terapia ha aiutato molte donne e uomini nel recupero muscolare sia nel trattamento dell’incontinenza da stress sia nel pre e post operatorio in caso di interventi chirurgici urologici e ginecologici.

Trattamenti chirurgici

  • La chirurgia, come il posizionamento di un imbragatura (rete sintetica), viene utilizzata per ripristinare il supporto sotto la vescica e l’uretra. Le imbragature sono la procedura chirurgica più comune per il trattamento dell’incontinenza urinaria da stress. Tutte le procedure chirurgiche comportano una o più incisioni chirurgiche. La chirurgia non è una soluzione per tutti e alcune donne potrebbero non essere disposte o incapaci di sottoporsi a una procedura chirurgica, ad esempio donne che desiderano avere (più) bambini o donne anziane che hanno una maggiore morbilità associata e sono a rischio di un periodo di recupero più lungo a seguito di un intervento chirurgico.
  • I trattamenti mini-invasivi come gli agenti di carica uretrale (UBA), vengono iniettati intorno all’uretra restringendo efficacemente l’uretra, aggiungendo massa e permettendo a quest’ultima di resistere agli aumenti di pressione quando si tossisce, si ride, si esercita e così via. La procedura viene più comunemente eseguita come procedura ambulatoriale della durata di circa 30 minuti.
  • Urolon ™ è una nuova classe di prodotti iniettabili: un impianto uretrale bio-riassorbibile. Simile agli UBA, è un trattamento minimamente invasivo e iniettato attraverso un cistoscopio, ma offre ulteriori caratteristiche uniche del prodotto come il compostaggio di materiali non permanenti che vengono completamente rimossi dal corpo.

Conclusioni

rimedi contro l'incontinenza urinaria da sforzo

Come abbiamo visto l’argomento Incontinenza urinaria da sforzo, è composto da diverse azioni che il fisioterapista, insieme al medico possono mettere in atto per migliorare la condizione che affligge la paziente. Un’attenta e corretta consulenza e Valutazione Pelvica è a vostra disposizione presso il Centro Fisioterapia Donna. Garantiamo un programma che verrà elaborato utilizzando metodiche tradizionali, abbinate a tecnologie di ultima generazione.

Per informazioni potete contattarci al 3939054502 o scrivendoci una mail a: dvcgiusi224@gmail.com.

Seguici anche su Facebook

Telefono
Whatsapp
Email