Ginnastica posturale ed equilibrio muscolare

by

Oggi ci occuperemo di parlare della ginnastica posturale ed equilibrio muscolare, due aspetti molto importanti per mantenere le ossa e le articolazioni correttamente allineate, permettendoci di utilizzare correttamente i nostri muscoli. 

Ginnastica posturale ed equilibrio muscolare cosa sono?

La ginnastica posturale è un insieme di movimenti efficaci e di esercizi mirati, per migliorare l’allineamento e la postura; dando al paziente un migliore controllo del proprio corpo.

Col passare del tempo una postura scorretta o un cattivo equilibrio muscolare possono causare la perdita di gran parte della mobilità del corpo. Questo perchè fondamentalmente adottiamo posizioni sempre più viziate e dannose per il corpo.

Le cattive abitudini e i vizi posturali sono generalmente responsabili dei dolori che compaiono nel corpo e che spesso ci rendono impossibile eseguire determinati movimenti.

Una spiegazione semplice

Ginnastica posturale ed equilibrio muscolare

Il nostro corpo si muove grazie a muscoli (o gruppi di muscoli) che sono attaccati ai lati di un’articolazione e lavorano l’uno contro l’altro per controllare il movimento dell’articolazione. È un po ‘come il manubrio della bici: puoi guidare con una mano, ma due mani che lavorano l’una contro l’altra ti danno un controllo molto migliore .

Quando un lato dei muscoli opposti è più forte dell’altro, si ha uno squilibrio muscolare. Ad esempio, se usi regolarmente i muscoli da un lato molto più dell’altro, essi diventano più forti, più corti e più tesi. Dall’altro lato invece i muscoli si indeboliscono e diventano più lunghi. I muscoli più corti e più forti creano uno squilibrio e tutto il tuo corpo finirà per fare degli aggiustamenti per compensare.

Ancora più semplice

Immagina due mani sul volante dell’auto. Mentre la trazione delle mani sinistra e destra è uguale , il volante rimarrà in posizione centrale e l’auto rimarrà in mezzo alla strada. Questo è un sistema bilanciato. Con solo lievi regolazioni apportate alla trazione su entrambe le mani, le ruote possono essere fatte per girare in entrambe le direzioni in modo molto preciso e controllato.

In questo sistema bilanciato e finemente regolato, l’auto non può solo essere mantenuta in mezzo alla strada, ma può essere facilmente e precisamente fatta curvare, mantenendola in sicurezza in mezzo alla strada. 

Cosa succede se…

Provate a immaginare come sarebbe se la forza intrinseca della vostra mano destra fosse leggermente più forte della mano sinistra. Ci sarebbe una tendenza di fondo a girare la ruota a destra , il che significa che l’auto andrebbe sempre alla deriva a destra della corsia. Dovresti quindi correggere costantemente la direzione girando di nuovo a sinistra, ma non appena smetti di correggere attivamente, la ruota viene tirata di nuovo leggermente a destra.

Nel nostro corpo

Con uno squilibrio di questo tipo la macchina andrà sempre più vicino al lato della strada, danneggiando le ruote. Questo è più o meno ciò che succede con un episodio di dolore / tensione. A noi può sembrare un episodio singolo che apparentemente si è verificato senza motivo!

Tuttavia, poiché esiste ancora lo squilibrio sottostante nel sistema, la tendenza a spostarsi a destra è ancora presente e in breve tempo si verifica un altro episodio di dolore / tensione.

La frequenza di questi episodi potrebbe essere di alcuni mesi oppure anni, ma una cosa è sicura, se è presente uno squilibrio, prima o poi accadrà nuovamente.

Il tempo non aiuta!

Man mano che altri episodi si aggiungono alla storia dell’auto (il nostro corpo), iniziano a comparire i segni (usura prematura) che compromettono il normale funzionamento. Ciò che tende ad accadere è che con ogni episodio, il tempo necessario per il prossimo episodio diminuisce.

Identificare e correggere lo squilibrio sottostante, assicura che vi sia una trazione uguale su entrambi i lati del volante. Nel sistema biomeccanico, vale a dire che vi sia sempre la stessa lunghezza, forza e attività muscolare su entrambi i lati del sistema (articolazione o segmento di movimento).

È quindi responsabilità del fisioterapista, non solo aiutare con gli effetti immediati del dolore / sforzo / sovraccarico, ma anche identificare e correggere lo squilibrio sottostante che sta creando la tendenza a forzare il sistema.

Cosa causa uno squilibrio muscolare?

Gli squilibri muscolari sono spesso causati da qualcosa che fai come un’abitudine e di solito a causa delle piccole cose che facciamo ogni giorno. Potresti rimanere seduto a lungo sul tuo PC o potresti allenare un gruppo di muscoli ma non il gruppo opposto.

Che cos’è la disfunzione posturale?

Abbiamo tutti posizioni nelle quali passiamo molto tempo. Se una di queste posizioni mette la colonna vertebrale e le altre articolazioni fuori dal loro normale allineamento equilibrato, questa è una disfunzione posturale e i muscoli si adattano e si sbilanciano, come descritto sopra.

Qual è il risultato finale?

Quando uno squilibrio muscolare crea un problema a una delle articolazioni, la mette a dura prova. Quando quella tensione sollecita i nervi attorno all’articolazione, scatta il dolore. Se il corpo si adatta nuovamente per alleviare il dolore, altri gruppi di muscoli si possono squilibrare e il ciclo può continuare.

Un piccolo problema locale in alcuni muscoli può diventare un problema neuro-muscolare-scheletrico che colpisce parti distanti del tuo corpo.

I problemi posturali si manifestano in modi diversi come:

  • Mal di schiena lombare
    • Sfaccettatura articolazione e legamento
    • Dischi scivolati
  • Tendinite alla spalla e alla cuffia dei rotatori
  • Mal di testa e dolore al collo
  • Nervi intrappolati
  • Lesioni sportive
    • Lacrime al tendine del ginocchio
    • Dolore al ginocchio anteriore

Cosa si può fare a riguardo?

Una volta adeguatamente valutati, gli squilibri muscolari e le disfunzioni posturali sono abbastanza facili da correggere. Generalmente ci si concentra su tre aree principali:

  • Mobilitazione delle articolazioni e rilascio di muscoli e tessuti molli corti e tesi
  • Rafforzare i muscoli più lunghi e più deboli per correggere l’allineamento del corpo e il controllo del movimento
  • Individuare e modificare lo stile di vita e i fattori di lavoro che stanno contribuendo al problema di fondo.

Conclusioni

L’argomento che parla di Ginnastica posturale ed equilibrio muscolare non può certo esaurirsi con questo breve articolo ma di sicuro anche oggi, con queste informazioni, avete aggiunto un altro tassello utile per saperne di più.

La cosa più importante è parlare e soprattutto farlo con il proprio medico curante che saprà indirizzarvi verso lo specialista più indicato per voi. Correggere gli squilibri posturali e ripristinare un corretto equilibrio muscolare è la base per poter vivere una vita al 100%!

Chiama la Dott.ssa Devecchi 3939054502 per maggiori informazioni

Telefono
Whatsapp
Email