Criolipolisi come funziona?

by

Oggi vogliamo parlarvi in modo approfondito della Criolipolisi come funziona, a chi è rivolta e dove farla. La Criolipolisi è una delle “armi” della Fisioterapia estetica che, ricordiamo, si occupa delle disfunzioni del tessuto connettivale, dei vari strati del derma, delle disfunzioni vascolari e linfatiche nonché del trattamento dell’adipe.

Criolipolisi come funziona? Cos’è e a cosa serve!

Cos’è la Criolipolisi?

È una procedura di riduzione del grasso non invasivo che non comporta anestesia, aghi o incisioni. Si basa sul principio del raffreddamento del grasso sottocutaneo al punto che le cellule adipose vengono distrutte dal processo di congelamento e assorbite dal corpo.

Il grasso sottocutaneo è lo strato di grasso appena sotto la pelle. La Criolipolisi funziona sulla base della risposta cellulare al freddo per abbattere il tessuto adiposo. Estraendo energia dagli strati di grasso, il processo fa sì che le cellule adipose muoiono gradualmente lasciando inalterati i nervi, i muscoli e gli altri tessuti circostanti. Durante i mesi successivi al trattamento, le cellule adipose digerite vengono inviate al sistema linfatico per essere filtrate come rifiuti.

Come funziona?

Criolipolisi come funziona?

La Criolipolisi è una tecnica di raffreddamento non chirurgica brevettata e utilizzata per ridurre il grasso in aree mirate. La Criolipolisi utilizza temperature basse per congelare e distruggere le cellule adipose.

La procedura è stata creata per affrontare aree specifiche di grasso testardo non sensibile alla dieta e all’esercizio fisico. Colpisce le cellule adipose della parte interna ed esterna della coscia, dell’addome, dei fianchi, della parte superiore delle braccia e del mento.

La Criolipolisi è sicura?

La procedura non è invasiva e non richiede anestesia. Ad oggi, in tutto il mondo sono state eseguite quasi 4.000.000 di procedure senza particolari controindicazioni. In genere potrebbero verificarsi dei effetti collaterali temporanei, che tendono a scomparire entro pochi giorni dal trattamento. Gli effetti collaterali possono includere gonfiore, lividi e sensibilità.

La Crioterapia può essere sconsigliata a chi soffre della malattia di Raynaud o ha una grave sensibilità alle basse temperature. Come procedura non invasiva, CoolSculpting è relativamente sicuro.

Gli effetti indesiderati comuni durante la procedura includono:

  • Sensazioni di freddo intenso.
  • Formicolio.
  • Sensazioni di aghi pungenti.
  • Sensazione di trazione.
  • Dolori.
  • Crampi.

Questi dovrebbero attenuarsi quando l’area di trattamento è insensibile. Dopo il trattamento si possono verificare effetti collaterali temporanei che di solito scompaiono entro i giorni successivi. Questi effetti collaterali includono:

  • Rossore.
  • Gonfiore.
  • Ecchimosi.
  • Tenerezza.
  • Dolorante.
  • Crampi.
  • Sensibilità della pelle.

A chi è rivolta la Criolipolisi?

La prima cosa da precisare è che la Crioterapia non è un metodo per dimagrire! La Crioterapia è indicata per trattare zone circoscritte in cui c’è la presenza di grasso “ostinato” che resiste a diete e all’esercizio fisico.

Le persone sono vicine al loro peso forma sono indicate per questo trattamento ma chi si discosta di molto dal peso forma no. Pur avendo un peso forma ideale alcune persone potrebbero conservare delle sacche di grasso “testardo” e indesiderato, in questi casi la Criolipolisi è la soluzione ideale in quanto rimuove permanentemente quel grasso senza la necessità di un intervento chirurgico.

Un altro aspetto importante è la salute, chi desidera sottoporsi a questo tipo di trattamento deve essere in buona salute generale. Esiste un rischio per gli effetti collaterali dopo la procedura, come dolore ai nervi e lividi. Più sei sano, meno probabilità avrai di sperimentare effetti collaterali. La Criolipolisi non è adatta se sei incinta o stai pensando alla gravidanza.

Dove farla?

La Criolipolisi deve essere eseguita da un medico estetico o da un chirurgo plastico. Questo perché sebbene sia possibile farla anche nei centri estetici, in questi ultimi sono presenti dei macchinari che non arrivano alla potenza refrigerante dei dispositivi medici. Ciò significa che per ottenere lo stesso risultato, saranno necessarie più sessioni.

Conclusioni

Abbiamo risposto alla domanda, Criolipolisi come funziona? Speriamo di sì ma se vi restano dubbi o vi siete incuriositi, potete contattarci direttamente o inoltrarci una mail con le vostre richieste, faremo il possibile darvi le risposte che cercate.

Chiama ora la Dott.ssa Giusi Devecchi 3939054502

Telefono
Whatsapp
Email